Depuratore osmosi inversa: come fare la manutenzione?

Pubblicato il Pubblicato in Depurazione acqua

Come fare la manutenzione di un depuratore osmosi inversa?

Riceviamo da un po di tempo telefonate di clienti che hanno acquistato un depuratore osmosi inversa da aziende (solitamente reti vendita improvvisate che si trovano nei centri commerciali o porta a porta) che un anno dopo l’acquisto sono fallite, non esistono più, o peggio ancora hanno ceduto i vostri dati ad altre aziende pronte a vendervi altri prodotti o costosi canoni di manutenzione in cinque/dieci anni con pagamenti anticipati.

Vogliamo spiegarvi in parole semplici come fare la manutenzione ordinaria dei vostri depuratori ad osmosi inversa con produzione diretta.

 

Al di la’ di tecnicismi inutili un depuratore ad osmosi inversa di buona qualità (escludendo quindi prodotti di importazione asiatica) è fondamentalmente composto nelle sue parti principali da un pre-filtro in linea a carbone granulare attivo, un filtro sedimenti in linea (se previsto nel vostro modello) e dal cuore dell’impianto che sono le membrane osmotiche (possono essere due o tre).

 

Ovviamente ci sono poi i vari componenti come la pompa che può essere a diaframma o con gruppo motore e pompa volumetrica, il pressostato, l’elettrovalvola, il by pass per la miscelazione e regolazione del residuo fisso, i vari raccordi per i collegamenti e le valvole di non ritorno e antiallagamento che non rientrano nella manutenzione ordinaria e che raramente si danneggiano se non dopo molti anni di utilizzo.

 

La manutenzione ordinaria consiste nel cambio rigorosamente annuale del pre-filtro e del filtro sedimenti (se presente). Questo perchè l’unico vero pericolo per le membrane osmotiche è la presenza di cloro nell’acqua, e il pre-filtro a carboni attivi oltre ad una prima importante filtrazione è in grado di eliminare al 95% ogni presenza di cloro e suoi derivati nell’acqua di casa proteggendo appunto le membrane osmotiche e prolungandone la durata.

a7e37f6b7c3b0ac4137f53bbfe9a507b1

 

L’accortezza principale è quella di individuare la dimensione del filtro che può essere 10″ o 12″ (pollici) e soprattutto del tipo di connessione dei tubi.

 

Una volta ricevuto il filtro basterà sganciare dalla clip di sostegno quello da sostituire e sfilare i due tubicini di entrata e uscita facendo attenzione alla corretta direzione del flusso dell’acqua. Nei filtri è sempre presente una freccia o un asterisco che indica il corretto flusso (FLOW).

 

 

Cambiato il filtro e riposizionato è importante far scorrere abbondantemente l’acqua dal rubinetto per alcuni minuti per far entrare in azione il filtro a pieno regime e ad eliminare eventuali bolle di aria. Stessa procedura per il filtro sedimenti se è presente.

 

A questo punto la manutenzione annuale dei filtri è completata e vi consigliamo di annotare la data di ricambio o direttamente sul filtro stesso con un etichetta adesiva o meglio ancora all’esterno sul contenitore per individuare più facilmente la data di scadenza.

 

Ora parliamo delle membrane osmotiche, se correttamente protette dal pre-filtro durano mediamente due/tre anni e il sintomo che il loro ciclo vitale è esaurito è dato dal fatto che noterete una progressiva riduzione dell’acqua in uscita dal rubinetto.

5156ee4dfa566f0169be965888f8bcd4

Le membrane possono essere due o tre, con valori di portata che variano da 50/75/100/150 Gpd (Galloni al giorno) cadauna e la loro dimensione indipendentemente dai galloni erogati è uguale, quindi il contenitore bianco in plastica (Wessel) è universale.

 

La sostituzione è molto semplice,basta sganciare come per i filtri in linea il contenitore, scollegare il tubicino superiore (dove si trova il tappo a vite) e sfilare la membrana. Una volta inserita la nuova membrana si riavvita il tappo e si ricollega il tubicino.

 

Sostituzione Membrane Osmosi Inversa

Una volta inserite la nuove membrana è necessario scartare i primi trenta litri di acqua per eliminare il residuo del liquido di conservazione delle membrane stesse.

 

Importante: se l’interno del Wessel (contenitore della membrana) presenta tracce di sporco è consigliabile pulirle con acqua e aceto o amuchina per disinfettarle. Inoltre è buona norma ungere con un sottile velo di vaselina o grasso alimentare le guarnizioni nere della membrana per ammorbidirle.

 

Se hai qualche impianto depurazione acqua fermo o inutilizzato, oppure se vuoi saperne di più sul sistema per risparmiare sul costo acqua, contattaci inserendo i tuoi i dati nel form che si aprirà.

 

Ciao e alla prossima… e se l’articolo ti è piaciuto condividilo pure con i tuoi amici.. Più siamo e meglio è…

Commenta